Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Interviste ai giudici’ Category

Matt Eld, concentratissimo, mentre giudica.

Seconda parte dell’intervista al giudice inglese Matt Eld.

Dopo la mostra ho concluso l’intervista col suo parere sulla qualità dei Fife Fancy italiani. Ecco cosa mi ha detto (c’è materia per riflettere…).

Grazie per la tua presenza alla mostra di Bologna. Hai giudicato i Fife con estrema attenzione e abbiamo apprezzato il tuo lavoro di giudice.

Com’è stata la tua esperienza di giudice a Bologna? Ricordo che eri molto stanco nel pomeriggio.

E’ stato un grande onore giudicare nella mostra. Le persone sono state tra le più amichevoli tra quelle che io abbia mai incontrato. Giudicare circa 400 canarini, e dare ad ognuno il tempo di sistemarsi, può essere molto faticoso dato che significa stare in piedi per 6 ore!!

Quali le migliori caratteristiche che hai visto nei Fife italiani?

Devo dire che mi ha impressionato favorevolmente la taglia dei canarini. In Gran Bretagna c’è la tendenza verso canarini leggermente superiori in taglia.

Quali i difetti più frequenti nei Fife italiani?

Ho trovato molti canarini corretti di petto ma insufficienti nel dorso. Questo particolare, combinato a nervosismo, può farli sembrare diversi sul tavolo di giudizio.

Che consiglio ti senti di dare agli allevatori italiani per migliorare i loro soggetti?

Puntare ad avere maggiore piuma sul dorso dei loro canarini e farli lavorare perché stiano calmi. Un Fife nervoso, indipendentemente da come si presenta, non darà mai il meglio di sé davanti al giudice.

Sabato mattina mi hai detto che i migliori Fife sono in Gran Bretagna. Ora, dopo il giudizio, sei sicuro che i Fife inglesi siano realmente migliori degli italiani?

Ooh che domanda difficile. Alcuni dei migliori Fife in Italia farebbero una bella figura alle mostre in Gran Bretagna, penso ai gialli il cui livello in Italia è buono, ma credo che, al momento, i migliori canarini inglesi siano ancora un gradino sopra!

Se fosse possibile una partita tra Fife Inglesi contro Fife Italiani, quale sarebbe il risultato?

Probabilmente si andrebbe ai rigori!

Come inglese e come giudice conosci molto bene lo standard ufficiale del Fife Fancy. Se lo standard cambiasse in futuro, forse il piccolo Fife Fancy potrebbe essere più simile al Border (eccetto la taglia) o no? Cosa pensi di un Fife Fancy futuro più rotondo con alte zampe e più elegante quando si muove tra i posatoi?

E’ una domanda molto interessante dato che lo standard è composto da due elementi.
Da un lato c’è il sistema dei punti per la taglia, testa ecc e dall’altro esiste una rappresentazione del canarino sotto forma di disegno fatta, vado a memoria, nel 1995. Non penso che lo standard dei punti cambierà, però credo che dal lato del disegno si potrà fare molto per poter arrivare a un canarino più rotondo e con migliore posizione.

Grazie Matt,

speriamo di rivederci in una prossima occasione.

Annunci

Read Full Post »

Manca poco alla mostra ornitologica di Bologna, notoriamente specializzata sui canarini di forma e posizione.

Da tanti anni la mostra dell’ABC è un momento di confronto tra allevatori di queste razze e con i giudici, rigorosamente stranieri, che valuteranno i soggetti esposti. Quest’anno a Bologna per giudicare i Fife Fancy arriverà Matt Eld, bravo allevatore inglese e giudice da poco. Mi incuriosiva sapere come la pensasse circa il nostro amato Fife Fancy e ho pensato di intervistarlo per conoscerlo meglio come persona prima ancora che come allevatore e giudice. E’ stato fin da subito disponibilissimo ed estremamente gentile. Ne è uscita una “chiacchierata” piacevole che sintetizzo in questo post per gli amici che amano il Fife Fancy.

Mi ha promesso una sua foto che non mi ha ancora mandato. Colmerò la lacuna con uno scatto a Bologna, magari mentre giudica.

Matt, ci dai qualche informazione su di te?

Compirò 38 anni esattamente due giorni prima della mostra in Italia. Ho tre bambini piccoli e lavoro per il Comune di Liverpool. Abito in una piccola casa sulla costa a 14 miglia a nord di Liverpool.

Da quanto allevi canarini? Chi ti ha convinto ad allevare Fife Fancy?

Ho cominciato ad interessarmi agli uccelli già da ragazzino e avevo due voliere con un misto di ondulati, esotici e piccoli pappagalli. Avevo anche un paio di coppie di canarini, roller e fattore rosso. Allevo Fife da dieci anni, li ho scelti perché c’era una buona competizione nella mia zona.

La foto è sfocata ma questo Fife brinato di Matt ha uno stacco di testa davvero imperioso.

Perché proprio Fife Fancy?

Sono deliziosi e piccoli uccelli che si trovano ad un prezzo ragionevole e c’è una sana competizione nelle mostre.

Quante coppie (o femmine) metti in riproduzione?

Parto con 10-12 maschi e 16-20 femmine ogni anno a seconda della qualità.

Quanti piccoli ottieni ogni anno?

Mi concentro sulla qualità invece che sulla quantità e sono orgoglioso del fatto che una grande percentuale di quello che produco è di buon livello qualitativo e in mostra può competere. Tendo ad una media di circa 3,75-4 piccoli per femmina per stagione.
Il mio locale d’allevamento si può vedere sul mio sito https://sites.google.com/site/mattsfifecanarypage/

Che colori preferisci?

Mi piacciono i buoni Fife indipendentemente dal colore, sebbene il mio primo “special” l’abbia ottenuto con una femmina ardesia, così ritengo di aver sempre avuto un occhio particolare per gli ardesia.

Hai qualche suggerimento per gli allevatori italiani su come esporre al meglio i loro Fife Fancy?

Indipendentemente da quanto validi siano i canarini, se non restano calmi davanti al giudice essi non daranno il meglio sul trespolo di giudizio. Tutti noi ci diamo da fare durante la stagione riproduttiva per produrre giovani, ma senza un buon addestramento alle mostre lo sforzo può essere vanificato.

Dicci qualcosa sui tuoi successi espositivi (mentre scrivo questo post ho appreso che Matt ha vinto il Best Clear a Rainford nel Noth West Fife Fancy Show 2010 con una femmina intensa).

Come allevatore “novizio” ho vinto tutti gli special dei vari colori in almeno una occasione e tre premi per il miglior “novizio”. Nella classe “champion” ho vinto un paio di special colore e ho avuto dei vincitori di categoria alle grandi mostre specialistiche britanniche dedicate ai Fife.

Uno dei successi di Matt.

Da quanto sei giudice? Qual è la più importante (o difficile) mostra dove hai giudicato?

Ho giudicato a mostre negli ultimi due anni, ma sono stato inserito nell’elenco ufficiale dei giudici della Federazione solo all’inizio di quest’anno. Probabilmente il mio primo incarico è stato anche il più importante e il più difficile. Come giudice hai l’obbligo di dare tempo agli uccelli di sistemarsi e devi assicurarti che ogni soggetto esposto sia nelle migliori condizioni per fare bella figura.

Come allevatore, qual è la caratteristica più importante che i tuoi canarini devono avere?

Una testa decisa mette in giusta evidenza un Fife, un soggetto di buon tipo ma povero di testa si manifesta debole ai miei occhi dato che la testa fa risaltare il resto della forma del soggetto. Mi piace anche una buona rotondità e un dorso abbondante.

Come giudice, qual è la prima caratteristica che il tuo occhio individua in un buon Fife?

Cerco di giudicare i soggetti nel loro complesso piuttosto che in parti che li compongono. Così cerco un canarino tipico, piccolo, di buona posizione che sia calmo e si muova liberamente sui posatoi. Molti soggetti di oggi hanno caratteristiche migliori sul davanti che non sulla parte posteriore. Non sono per nulla entusiasta di ciò.

Hai qualche suggerimento per la scelta del miglior Fife in mostra?

Il Best in Show è spesso una scelta difficile da fare, solo in un’occasione ho visto un soggetto che si staccava in modo tanto evidente dal resto dei canarini esposti da risultare un’ovvia scelta per il Best in Show. Come la maggior parte dei giudici assegno gli “specials” quindi a quei soggetti vanno i premi top. A quel punto è questione di ridurne il numero così che ne rimangano un paio tra cui scegliere. Dedico loro il maggior tempo possibile perchè si possano mettere a loro agio e quindi fare la mia scelta. Di norma in quanto giudice puoi fare contenta una sola persona – l’allevatore del canarino vincitore! – ma sono sempre felice di discutere della mia decisione con gli allevatori presenti in mostra quando il giudizio si è concluso.

Cosa ti aspetti dalla mostra di Bologna?

Non vedo l’ora, so che ci sono Fife belli in Italia e sono molto contento di avere l’opportunità di giudicarli.

E’ la prima volta che vieni in Italia?

No, sono già venuto in Italia in vacanza. Sono appassionato del cibo e del vino!

Read Full Post »